WebSeo
Il bando Cultura di Qualità ha portato la Fondazione dell’Ordine degli Architetti di Milano e la...
WebSeo
2020-06-30 12:39:57
WebSeo logo

Newsroom

A Milano il progetto Viva l’Architettura, tra musica e arte

Un evento culturale a tutto tondo

Il bando Cultura di Qualità ha portato la Fondazione dell’Ordine degli Architetti di Milano e la Fondazione Cariplo a lavorare insieme per il progetto Viva l’Architettura! Arti, Musica e Spettacolo nella Città Metropolitana. Quattro comuni dell’hinterland milanese ospiteranno altrettanti eventi culturali, che coinvolgeranno architettura, musica, letteratura, arte e teatro. I comuni in questione saranno Legnano, Paderno Dugnano, San Donato Milanese e Sesto San Giovanni. Ciascun evento avrà luogo all’interno di edifici storici o di particolare interesse, con lo scopo di attirare gli iscritti all’Ordine degli Architetti residenti nei diversi comuni e rafforzare dunque i rapporti e il coinvolgimento degli stessi. L’obiettivo finale rimane comunque l’approfondimento sul moderno patrimonio architettonico milanese, nella speranza di portare a una valorizzazione delle strutture e degli edifici.

Gli organizzatori dell’evento hanno mandato una call agli architetti residenti o che abbiano uno studio in uno dei comuni sopra citati, invitandoli a presentare contenuti idonei all’iniziativa. Si fa menzione in particolare di approfondimenti su edifici presenti nei quattro comuni, proponendo ad esempio raffronti con il passato ed elaborando previsioni sul possibile futuro, narrando episodi poco noti di storia urbana o ripercorrendo determinati interventi di trasformazione urbana, magari insieme all’applicazione di politiche urbanistiche adeguate. Si tratta ovviamente solo di linee guida, ma si lascia una certa libertà di manovra a quegli architetti che vorranno contribuire con i propri contenuti.

Un comitato artistico composto da sei persone analizzerà e selezionerà i contributi migliori, stabilendo quali troveranno spazio infine all’interno dei quattro eventi. Lo staff è composto da personalità quali docenti di storia dell’arte, architetti, pubblicisti e altro ancora. 
Le immagini, i video, i progetti e le comparative saranno pubblicate anche sul sito ufficiale vivalarchitettura.it, contribuendo a creare un insieme coerente di informazioni ed approfondimenti facilmente accessibili a tutti gli interessati.

Per ulteriori approfondimenti o per conoscere i dettagli sulla partecipazione è possibile fare riferimento al sito ufficiale.

ARTICOLI CORRELATI